Home Uomo e Ambiente Mobilitá La tutela delle foreste tropicali secondo Volkswagen

La tutela delle foreste tropicali secondo Volkswagen

Secondo quanto si apprende da una nota il gruppo Volkswagen e Permian Global hanno firmato un accordo di sviluppo congiunto (joint development agreement) per la realizzazione di progetti a protezione del clima inerenti alle foreste.

La collaborazione con Permian Global

Con il supporto di Permian Global, il gruppo avvierà le proprie attività a tutela delle foreste tropicali nella seconda metà del 2020. Evitare la deforestazione e rimboschire le foreste in pericolo permetterà di trattenere il carbonio e, dopo la relativa certificazione, di ottenere carbon credits (crediti di carbonio).

Questi saranno utilizzati per compensare le emissioni di CO2 generate dalla catena di approvvigionamento, dalla produzione e dalla logistica dei veicoli, fintanto che non sarà possibile evitarle e non si utilizzeranno energie rinnovabili.

“Aggiungiamo un ulteriore elemento alla strategia di protezione del clima del Gruppo Volkswagen insieme a Permian Global, azienda che sviluppa progetti di successo a tutela dell’ambiente”, ha affermato Ralf Pfitzner, responsabile per la sostenibilità del gruppo Volkswagen.

La tutela

“Le attività previste si concentrano sulla protezione delle foreste tropicali e subtropicali in pericolo.Tutelare e ampliare questi efficacissimi pozzi di assorbimento del carbonio naturali è un compito importante, come più volte sottolineato dal Gruppo Intergovernativo sul cambiamento climatico”, ha spiegato Pfitzner.

Stephen Rumsey, presidente di Permian Global, ha aggiunto: “Foreste naturali in salute portano una miriade di benefici alle persone e all’ambiente in generale, inclusa la capacità di assorbire e trattenere quantità enormi di carbonio.

Data l’urgenza e le dimensioni della crisi climatica è fondamentale che i leader industriali diventino le forze trainanti di un cambiamento positivo. E siamo felici di aver trovato nel Gruppo Volkswagen un partner che comprende la sfida che abbiamo davanti e che si impegna a giocare un ruolo chiave nel trovare una soluzione.”

Secondo i termini dell?accordo, inizialmente le due aziende svilupperanno progetti su un?area totale di un milione di ettari – dieci volte la superficie di Berlino – in Sudamerica e in Asia.

I benefici dei progetti

I progetti avranno molteplici benefici: la protezione e il rimboschimento di foreste tropicali in pericolo; alternative sostenibili alla deforestazione, che gioveranno alle comunit? locali nel lungo termine; la biodiversit? sar? preservata e allo stesso tempo si contribuir? a superare la crisi climatica. Il programma contribuir? anche al raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (Sustainable Development Goals, SDG) delle Nazioni Unite. Tutti i progetti saranno verificati in modo indipendente e certificati secondo i pi? elevati standard, in particolare il ‘Verified Carbon Standard’ (Vcs) e il ‘Climate Community and Biodiversity Standard’ (Ccb) o il ‘Gold Standard’.

Avatar
Gianfranco Mascia
Ecologista, giornalista, scrittore. Tra i fondatori dei Verdi dell’Emilia Romagna, è attualmente Responsabile comunicazione Capo ufficio stampa della Federazione dei Verdi. Fondatore dei comitati Bo.Bi e animatore dei Girotondi e del Popolo Viola. Il suo ultimo libro “Come osate” ripercorre l'avventura dei Fridays For Future attraverso le testimonianze dei suoi attivisti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ultime news