Home Biodiversità Animali Il ritorno della foca monaca, dopo 60 anni, sull'isola di Capraia

Il ritorno della foca monaca, dopo 60 anni, sull’isola di Capraia

Un bellissimo esemplare di foca monaca, specie in grave pericolo d’estinzione è ricomparsa dopo 60 anni nella grotta della foca, sull’isola di Capraia, dopo tanti anni.

La foca monaca è il più raro mammifero marino d’Europa,  infatti è considerato dall’Iucn “in pericolo critico” e oggi nel mondo se ne contano appena 700 esemplari.

Nei giorni precedenti, si erano susseguiti diversi avvistamenti, dalle feci dell’animale ad alcuni movimenti “sospetti” al di fuori della grotta ripresi da alcuni turisti, nelle acque dei dintorni ma adesso arriva la conferma ufficiale, che lascia tutti sorpresi e felici.

La scoperta è di due ricercatrici, Sabrina Agnesi e Giulia Mo che entrate nella grotta si sono dovute fermare di colpo, sbalordite, quando davanti a loro è apparso l’esemplare di foca che riposava tra le rocce e che non si è accorto della loro presenza.

Le ricercatrici hanno lasciato la grotta e successivamente nella grotta è stato installato un dispositivo per monitorare l’animale e raccogliere tutte le informazioni possibili in merito a questo sorprendente ritorno.

Ma essendo una grotta aperta alle barche, che sicuramente avrebbero disturbato e fatto scappare l’animale, l’Ente del Parco nazionale dell’arcipelago toscano ha emanato un’ordinanza per proteggere la presenza della foca monaca nella sua grotta, abilitando l’accesso al tratto dove è stato avvistato un esemplare solo ai mezzi autorizzati dall’Ente Parco e vietandolo alle barche dei turisti.

Il Parco, dopo gli avvistamenti ha preso contatti con l’Ispra, (l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale) che ha certificato la presenza dell’esemplare di foca monaca all’interno dell’area interdetta al traffico marino.

La speranza è che nel prossimo futuro questo episodio non rimanga isolato, ma rappresenti il nuovo ritorno e stanziamento della foca monaca mediterranea presso le coste dell’isola toscana, con l’isola di Capraia che chiude il suo mare per proteggerla.

Avatar
Gianfranco Mascia
Ecologista, giornalista, scrittore. Tra i fondatori dei Verdi dell’Emilia Romagna, è attualmente Responsabile comunicazione Capo ufficio stampa della Federazione dei Verdi. Fondatore dei comitati Bo.Bi e animatore dei Girotondi e del Popolo Viola. Il suo ultimo libro “Come osate” ripercorre l'avventura dei Fridays For Future attraverso le testimonianze dei suoi attivisti.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

ultime news